SENOLOGIA

L’ambulatorio di Senologia dell’INI Città Bianca di Veroli è un centro d’eccellenza per lo studio delle patologie che interessano la mammella. Il centro di senologia si caratterizza per gli elevati standard tecnologici delle apparecchiature di ultima generazione, fondamentale per la precisione ed efficacia diagnostica, in particolare per la diagnosi precoce delle neoplasie mammarie.

Il tumore della mammella è tra le patologie più diffuse, tra le prime cause di mortalità tra le donne, ma se diagnosticata precocemente può essere curata in modo efficace. Per questo è necessario sottoporsi agli screening periodici così come indicato dalle linee guida scientifiche.

Gli esami senologici non sono importanti solo per la diagnosi di patologie tumorali ma anche per l’individuazione di ascessi, cisti, mastiti, processi infiammatori e infettivi di vario tipo.

L’ambulatorio di senologia dell’INI Città Bianca si inserisce all’interno di un progetto più ampio, il “Percorso Donna”, dedicato specificatamente alla salute della donna.

L’ambulatorio di Senologia dell’INI Città Bianca opera in diretta connessione multidisciplinare con gli specialisti in Oncologia e il reparto di Radioterapia Oncologica.

PRESTAZIONI E TRATTAMENTI ESEGUIBILI

  • Visita senologica
  • Ecografia mammaria
  • Mammografia digitale bilaterale
  • Mammografia digitale con Tomosintesi
  • MOC

VISITA SPECIALISTICA SENOLOGICA

E’ un esame completo del seno, indolore ed eseguito senza l’impiego di strumentazioni, che viene eseguito da un medico senologo. Oltre alle pazienti con malattia senologica già diagnosticata, il proprio medico curante può indirizzare al senologo in caso di presenza di noduli, secrezioni dal capezzolo, stati infiammatori e/o dolorosi che interessano una o entrambe le mammelle. L’obiettivo è individuare o escludere la presenza di una patologia che interessa il seno. Alla visita senologica vengono anche sottoposte tutte le pazienti con patologie del seno già note per monitorare il decorso delle patologie stesse.

Nella prima parte della visita il medico sottoporrà diverse domande alla paziente con l’obiettivo di raccogliere quante più informazioni possibili sulla sua storia clinica e sulle sue abitudini (anamnesi), e quindi su alimentazione, vizio del fumo, consumo di alcol, livello di attività fisica e di sedentarietà, eventuali patologie a carico, eventuale presenza di casi di tumore del seno in famiglia, età del primo ciclo mestruale e/o dell’inizio della menopausa, gravidanze, terapie ormonali eventualmente seguite, assunzione di farmaci. In questa prima fase della visita il medico specialista generalmente prende visione anche degli esami medici eventualmente già svolti dalla paziente.
Nella seconda parte della visita si procede con l’esame clinico propriamente detto, che si basa sull’osservazione e la palpazione accurata di entrambe le mammelle.
In base alle rilevazioni effettuate lo specialista pone una diagnosi e prescrive la relativa terapia oppure, a seconda del sospetto diagnostico, può richiedere alla paziente di sottoporsi ad altri esami per ulteriori approfondimenti, come l’ecografia mammaria, la mammografia e la biopsia.

QUANDO RIVOLGERTI AL SENOLOGO

  • Tutte le donne dopo i 35 anni di età dovrebbero sottoporsi a visita senologica con regolarità indipendentemente dalla presenza o dall’assenza di sintomi
  • Alla comparsa di cambiamenti di forma o dimensioni di una o entrambe le mammelle
  • In presenza di ispessimenti o protuberanze nel seno o nella zona ascellare
  • In caso di perdite di sangue o liquido dai capezzoli non collegabili a gravidanza o allattamento
  • Alla comparsa improvvisa di un nodulo individuato grazie alla semplice autopalpazione