E’ un esame TAC con mezzo di contrasto finalizzato a valutare la pervietà delle arterie coronarie ed a stimare il grado di stenosi in presenza di eventuali placche aterosclerotiche.

INDICATA PER

  • pazienti asintomatici che presentano i cosiddetti fattori di rischio cardiovascolare, cioè valori elevati di glicemia, colesterolo, trigliceridi
  • pazienti fumatori oppure in caso di familiarità per infarto miocardico acuto, arteriopatia carotidea o degli arti inferiori
  • pazienti sintomatici che hanno avuto episodi di dolore toracico e che si sono sottoposti ad altri test diagnostici quali l’elettrocardiogramma sotto sforzo o la scintigrafia miocardica, il cui risultato non ha permesso di escludere con certezza l’evento ischemico del miocardio
  • pazienti con coronaropatia già nota per valutare lo stato degli stent e dei by-pass coronarici in coloro i quali si sono sottoposti in passato a procedure di rivascolarizzazione coronarica

QUANTO DURA L’ESAME?

L’esame è molto semplice: dopo avere fatto sdraiare il paziente sul lettino TAC vengono posizionati gli elettrodi in maniera simile a quando ci si sottopone ad un elettrocardiogramma; viene somministrato mezzo di contrasto e si esegue scansione TAC che dura circa 5 secondi.
Al termine il paziente può tornare a casa e svolgere le sue normali attività quotidiane.

Prima dell’esame è necessario sottoporsi alla visita cardiologica ed effettuare gli esami del sangue per ottenere il nullaosta all’esecuzione dello stesso.

[contact-form-7 id=”58540″]